Peccato mortale (Lucarelli)

Il commissario De Luca mi ricorda molto (forse troppo) il commissario Bordelli di Vichi. L’ambientazione storica differisce di una quindicina di anni, ma Bordelli vive nei ricordi della seconda guerra mondiale, che è lo scenario di De Luca. A parte questa considerazione il libro è piacevole e il personaggio accattivante. Fare un tuffo in un passato neanche tanto remoto, senza cellulari, computer e social potrà sembrare strano, ma neanche tanto per chi ha vissuto così la prima parte della propria vita. Nessun rimpianto, ma quel senso un po’ retrò strappa qualche sorriso nostalgico..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.