Le cose che bruciano (Serra)

Volendo scomodare psicologi e affini si potrebbe ricercare in questo libro il significato recondito delle scelte del protagonista Attilio, cercare collegamenti con personaggi noti della scena pubblica, riferimenti autobiografici dell’autore..Preferisco parlarne in altro modo: io ho letto il rifiuto della politica per come oggi è diventata, il rifiuto della società e dei suoi condizionamenti, la ricerca di un ritorno alla materia, alla terra, all’acqua e al fuoco per attingere e ritrovare l’energia per una rinascita.

“Ci si deve fidare fino ad un certo punto, come di tutta le roba attaccata a una presa elettrica, compresi i nostri cyber-ninnoli, che se la tirano tanto da folletti dell’aria ma senza energia elettrica che li sostiene si fermano esattamente come i giocattoli di latta dei nostri nonni quando la chiave a molla esauriva la carica”

“Qualora un Dio appena appena intelligente dovesse giudicarci, il peccato più grave che saremmo chiamati a pagare è la nostra stupida assuefazione alla vita, che invece è una condizione sorprendente, e come tale andrebbe salutata ogni giorno che campiamo..”

“Guardava il giorno cominciare, il giorno di montagna, al tempo stesso immenso e familiare, che si spalanca davanti alla porta di ogni casa, come se ogni porta, per quanto piccola e trascurabile, avesse il giorno a sua completa disposizione”

“Gli ho raccontato tutto in breve, è incredibile come anche le cose lunghe e complicate riescano a trovare, al momento giusto, una forma così semplice. Mi ha ascoltato in silenzio..Ma invece di rispondermi.. mi ha raccontato la sua storia..L’ha proprio attaccata in fondo al mio racconto, così, senza preamboli, come se il nesso non fosse tra le due storie, ma tra le due persone avvicinate dalla stessa alba invernale.”

“..Mi sono sentito una merda, finalmente. Sentirsi una merda è molto importante. Solo in pochi ce la fanno, ed è un vero peccato, perché sentirsi una merda può essere l’unica via di salvezza. Mi ha cambiato la vita..Io non mi sono mai sentito una merda..è grave? Non buttarti giù. Vedrai se ti applichi, ci arrivi.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.