Balkan Circus (Floramo)

Lo so che avevo appena finito un suo libro, però non ho resistito alla tentazione..e ho fatto bene. Un altro libro superbo, toccante nei contenuti, scritto con il cuore. Non so se succede solo a me, ma mentre leggo questi libri mi sembra di entrare nelle storie, di essere lì, di viverle e le emozioni che mi danno non hanno prezzo!

” I Balkani. Sono una condizione dello spirito. Difficile lasciarli alle spalle. Basta una sensazione,un ricordo, un rimpianto. Una nostalgia. Forse è il desiderio di casa destinato a restare inappagato che produce questo effetto. E sei di nuovo lì,anche se ti trovi a mille miglia di distanza, anche se davanti a te si allarga un altro mare, o una strada dell’Ovest affollata di gente che non conosce le tue parole..”

” Quando si perde qualcuno lo si va a cercare nei luoghi dove è vissuto. E’ una regola antica, non scritta, ma incredibilmente vera. Come se la sua presenza fosse rimasta impigliata fra i rami dei pruni, qui, che piangono slivovica   dolcissima, dove le pietre del Carso sembrano squame di iguanodonte conficcate nella schiena della terra.O inciampandosi nei sassi si fosse confusa con loro, lasciando per sempre una traccia, un passaggio che non può andarsene via”

“Dietro la porta di ingresso tutto quello che vedo e che sento ha davvero il sapore di casa.’Evo moja Kuca. Ecco la mia casa’: il modo stesso in cui la pronuncia,il suono che esce dalle sue labbra mi evocano il senso del rifugio, una tana sicura, accogliente e tiepida, in cui ascoltare il suono che fanno le cose. E che ho dimenticato. Lo scricchiolio dei passi sulle assi del pavimento, il crepitio del fuoco nella grande stufa di ghisa,al centro della stanza. Profumo di cotognata di mele.”

Guarneriana segreta (Floramo)

E’  destabilizzante, ma intrigante passare in così breve tempo dal libro di Baricco “The Game” alla “Guarneriana segreta ” di Floramo. In pochi giorni lo scenario passa da app e social network a codici medievali trascritti manualmente e finemente decorati. Magicamente questi antichi e preziosi libri, attraverso la splendida prosa di Floramo, ci raccontano storie incredibilmente attuali.

“Sono irresistibili questi testi..Nascono dai sogni inquieti di profeti o di veggenti. E’ come se fossero stati vergati con un calamo intinto nelle fiabe di un incubo notturno, denso e viscoso.Che non se ne va con la rugiada del mattino. Disvelano sempre, oltre il mantello delle parole, un senso misterioso del vero. Ne cercano i segni, quelli che si nascondono dietro l’apparenza delle cose. E unendoli assieme intessano l’ordito della loro visione”